Torà e libertà

13,00

Descrizione

Questo libro, che non è e non vuol essere una introduzione al giudaismo, è appunto il frutto di un solitario viaggio intellettuale e di una personale lettura del testo biblico, sicuramente non conformista, anche se poggiata sugli studi di autorevoli Maestri, gli unici che possono garantire la «catena della ricezione, ossia il nesso generazionale della tradizione orale, così come la garantisce il padre che risponde alle domande del figlio». Naturalmente abbiamo privilegiato quelli più audaci e che tendono a porre l’accento sul concetto di rivelazione continua e condividono una rappresentazione meno particolaristica e più universalistica dell’ebraismo che, sebbene già presente nel filone profetico-deuteronomico, si è affermata sulla scena filosofica e religiosa a partire dalla fine del Settecento. 

Inoltre, fonte inesauribile di ispirazione sono stati i tanti intellettuali ebrei impegnati attivamente nel movimento rivoluzionario, tra i quali ricordiamo Gustav Landauer e Erich Mühsam, e quei filosofi vicini a una visione libertaria o impregnati di un «anarchismo religioso» come Walter Benjamin, Erich Fromm, Franz Rosenzweig, Gershom Scholem e Martin Buber, tutti portatori di un proget-to comune di trasformazione sociale che trova il suo fondamento nella tradizione ebraica, soprattutto nelle sue correnti messianiche e chassidiche.
Seguendo questo itinerario cercheremo in queste pagine di cogliere quelle che Michael Löwy ha definito le «analogie», o le «corrispondenze», tra ebraismo e anarchismo, due diverse espressioni culturali, ma entrambe depositarie di un’idea universale di redenzione dell’umanità.

L’autore

Furio Biagini insegna Storia dell’Ebraismo e Storia contemporanea presso i corsi di laurea in Lingue moderne, letterature e traduzione e in Educazione sociale e tecniche dell’intervento educativo dell’Università del Salento. Si occupa di storia del movimento operaio ebraico, della storia del chassidismo e del Medio Oriente, con particolare riferimento alla storia del conflitto arabo-israeliano. Ha partecipato alla collana ecumenica “Punti d’incontro” delle Edizioni Messaggero scrivendo commenti su passi biblici interpretati secondo la tradizione ebraica.

Ha pubblicato varie monografie e numerosi saggi tra i quali: Nati altrove, il movimento anarchico ebraico tra Mosca e New York, Pisa, BFS, 1998. Il ballo proibito: storie di ebrei e di tango, Firenze, Le lettere, 2004 (rist. 2014). Giudaismo contro sionismo: storia dei Neturei Karta e dell’opposizione ebraica al sionismo e allo Stato di Israele, Milano, L’ornitorinco, 2010. Concedi la pace: la guerra nel pensiero ebraico dalla Torah al sionismo, Milano, L’ornitorinco, 2020.